SHALL WE DANCE? – Estratto da “Spazio.Tempo.”

SHALL WE DANCE?
Nasce dall’esperienza diretta di Fattoria Vittadini in collaborazione con Circuito CLAPS, ArteMente – Centro di Alta Formazione della Danza / Milano Dancing City, Ariella Vidach – AiEP e Cro.Me – Cronaca e Memoria dello Spettacolo con il sostegno del Comune di Milano all’interno della programmazione di Milano è Viva.
8 appuntamenti per il perimetro della circonvallazione esterna del Comune di Milano, animeranno i diversi quartieri con performance di danza contemporanea, spesso ibridate da altri linguaggi artistici (musica, fotografia…). Il format è caratterizzato da azioni performative partecipative nelle piazze e nei giardini della città Metropolitana di Milano. Incursioni urbane che coinvolgeranno, attraverso laboratori e performance interattive, il pubblico e i passanti.

Spazi pubblici, piazze, strade, finestre e balconi dei palazzi diventano così le nuove platee, raggiungendo un pubblico il più possibile stratificato. La danza abbraccia il territorio, la sua storia, trasformandolo in un teatro a cielo aperto. Un’azione orizzontale la cui originalità e forze risiedono nella sua identità partecipativa e inclusive.

Gli allievi del Perfezionamento e dei Corsi Avanzati del CFA, porteranno in scena un estratto da “Spazio.Tempo”. Uno straordinario progetto coreografico della docente e coreografa Laura Ziccardi.

L’appuntamento è previsto per domani, mercoledì 21 settembre, al “Parco Oreste del Buono” di Milano, un ampio giardino caratterizzato da vialetti alberati e aree di svago.

Spazio.Tempo. nasce nel 2019 come indagine riguardo alle possibilità di movimento che tali variabili impongono, ma anche di quanto possano essere stimolo e risorsa del vivere.
Si tratta di un lavoro nato in classe prima della pandemia, che ha visto una sua evoluzione molto intensa on line durante il lockdown, un viaggio forzato, ma profondissimo che ha permesso di trasformare il limite percepito in un punto di partenza per la creatività.
Una riflessione che ha trovato la sua realizzazione performativa in sala nel 2021 con un gruppo di 10 danzatrici che hanno saputo abitare la composizione coreografica abbracciandone le domande e facendole proprie con grande consapevolezza.
Nel 2022 il lavoro è stato ospite dellaTenuta Magda Pedrini di Gavi, che ha rafforzato e dato nuova linfa alla ricerca, grazie alla specificità delle variabili incontrate.
Oggi Spazio.Tempo. abita una nuova casa, un nuovo orizzonte, un nuovo tempo, un QUI e ORA del tutto inedito.