Image

Struttura Didattica


Ammissione

L’ammissione al CFA è subordinata al superamento di un’audizione.

 


Calendario Accademico & Frequenza

L'attività accademica si sviluppa su 11 mesi, da Settembre a Luglio, con frequenza giornaliera obbligatoria, secondo il monte ore previsto dal Regolamento interno di ciascun corso.
Il calendario delle lezioni, con l’indicazione di festività ed eventuali ponti, viene consegnato agli allievi all’inizio di ogni anno accademico. Ogni allievo è tenuto ad accettare il Regolamento interno e a rispettarne le disposizioni
.


Struttura Didattica

Sezione Propedeutica

Primo propedeutico: 6 anni  |  Secondo propedeutico: 7 anni  |  Terzo propedeutico: 8 anni   |   Primo pre-accademico: 9 anni  |  Secondo pre-accademico: 10 anni

Corsi Accademici

Primo corso accademico: 11 anni   |   
Secondo corso accademico: 12 anni   |   Terzo corso accademico: 13 anni   |   Quarto corso accademico: 14 anni

Quinto corso accademico: 15 anni   |   Sesto corso accademico: 16 anni   |   Settimo corso accademico: 17 anni

Ottavo corso accademico: 18 anni   |   Bfp - Biennio di specializzazione: 19-25 anni


Programmazione

Sezione Propedeutica

Il programma didattico della sezione propedeutica introduce gli allievi ad un corretto approccio della danza classica, ponendo le basi per un’ottimale impostazione tecnica e posturale futura.

Nei primi tre anni, attraverso l’utilizzo del gioco e dell’immaginazione, i bambini vengono guidati alla scoperta del loro corpo e delle loro potenzialità muscolari e di movimento, educati al ritmo e all’ascolto della musica, a muoversi nello spazio nel rispetto degli altri e del luogo in cui si svolge la lezione.

I due anni pre-accademici introducono il lavoro tecnico che verrà sviluppato, potenziato e completato nella sezione accademica, accompagnando gli allievi in una lezione strutturata con difficoltà tecniche e artistiche definite.

Primo propedeutico
Preparazione e rinforzo muscolo-scheletrico, nel rispetto della naturale tonicità ed elasticità e della struttura fisica di ogni bambino   |   Acquisizione di scioltezza articolare e coordinazione   |   Conoscenza delle varie parti del corpo   |   Sviluppo della musicalità   |   Sviluppo dell’espressività

Secondo propedeutico
Potenziamento del tono muscolare   |   Impostazione del corpo secondo le regole fondamentali della tecnica classico-accademica   |   Acquisizione di una maggior coscienza dello spazio in cui si lavora   |   Educazione al ritmo (binario e ternario)   |   Studio di passi scenici elementari

Terzo propedeutico
Potenziamento muscolare   |   Studio dell’extra-rotazione degli arti inferiori (en dehors) attraverso il lavoro a terra finalizzato ad un approccio al lavoro in piedi   |   Acquisizione di movimenti coordinati nello spazio (marcia, corsetta), attraverso lo studio di diversi percorsi (cerchio, quadrato, diagonale, serpentina)   |   Introduzione dei primi esercizi alla sbarra   |   Educazione al ritmo e sperimentazione di formule ritmiche più complesse   |   Studio di passi scenici più strutturati

Primo e Secondo pre-accademico
Esercizi alla sbarra   |   Esercizi al centro   |   Esercizi di allegro

Gli obiettivi didattici vengono sviluppati gradualmente seguendo la naturale evoluzione della difficoltà tecnica introdotta da ogni singolo esercizio

Sezione Accademica - Percorso Professionale

La didattica dei corsi accademici del Centro di Formazione AIDA si articola in un percorso professionale che prevede le seguenti materie, il cui monte ore è calcolato sulla base della programmazione e degli obiettivi di ogni singolo corso.

Tecnico Classica Accademica   |   Punte   |   Repertorio   |   Tecnica Maschile   |   Pas de deux   |   Contemporaneo   |   Sbarra a terra   |   Laboratorio Coreografico   |   Improvvisazione   |   Danza di Carattere   |   Anatomia applicata alla danza   |   Storia della Danza

La finalità di questo percorso professionale è formare danzatori eclettici: ballerini classici con una tecnica solida e un elevato senso artistico, che siano anche in grado di confrontarsi in maniera soddisfacente con il repertorio neoclassico e contemporaneo.

Questo piano di studio prevede, a partire dal IV corso accademico, lezioni mattutine. Gli allievi sono indirizzati dalla direzione verso un percorso serale di scuola superiore, in istituti convenzionati.

Ballet Faculty Project

Il BFP è un percorso biennale finalizzato ad orientare verso il mondo del lavoro quei danzatori che abbiano concluso un percorso di formazione professionale; il progetto si prefigge di creare figure coreutiche in grado di affrontare la complessità e la varietà del mercato internazionale della danza.

Ogni annualità è articolata su un monte ore di 20 ore settimanali e prevede le seguenti discipline:

Classico  |   Contemporaneo  |   Passo a Due  |   Punte   |   Repertorio   |   Laboratorio Coreografico

Il percorso formativo è corredato da consulenze fisioterapiche, percorsi di conoscenza anatomica e funzionale, incontri a scadenza periodica con una nutrizionista.
Durante il biennio viene proposto un ampio ventaglio di opportunità tecniche, formative, culturali e di scambio tra allievi e coreografi.

Oltre alle lezioni, sono previsti i seguenti momenti didattici:

Performance & Sharing pubblici
finalizzati alla presa di coscienza e alla maturazione di un’esperienza significativa del lavoro sul palcoscenico

Lezioni di controllo alla presenza di una commissione specifica
al fine di monitorare e verificare l’evoluzione di ogni allievo e il raggiungimento degli obiettivi previsti dal percorso

Mentoring
tutoraggio nella stesura del curriculum vitae artistico

Colloqui ad personam
in cui vengono esaminate le possibilità della carriera futura dell’allievo e lo si indirizza verso specifici campi del mondo della danza

Preparazione delle Audizioni per realtà nazionali e internazionali
studio di variazioni e creazione di assoli – elaborazione di video curriculum da inviare a compagnie, teatri, casting e agenzie

Tirocini
in compagnie professionali di alto livello in Italia e all’Estero


Valutazioni & Esami

Il raggiungimento degli obiettivi tecnici di ogni corso viene periodicamente verificato: alla fine del primo quadrimestre a ogni allievo viene rilasciata una scheda di valutazione con il giudizio di ogni docente; la stessa viene completata alla fine di ogni anno accademico, quando gli allievi sono chiamati ad affrontare un esame pluridisciplinare davanti a una commissione composta dal corpo docenti e da maestri di fama nazionale; periodicamente vengono inoltre eseguiti anche esami di valutazione alla presenza di una commissione A.I.D.A.

Sono ammessi agli esami, gli iscritti che nel corso dell’anno scolastico non abbiano superato il 25% di assenze conteggiate sugli effettivi giorni di attività didattica. Coloro che avranno superato questa percentuale di assenze e gli iscritti che risulteranno assenti ingiustificati all’esame finale verranno dimessi dalla Scuola e per potervi rientrare dovranno nuovamente sostenere l’esame di ammissione al corso frequentato.

Al termine dell’ottavo anno di studio è previsto l’Esame di Diploma con rilascio di Attestato, alla presenza di Docenti di chiara fama e Direttori di Compagnie prestigiose.

Sezione Accademica - Percorso semi-professionale

Il Cfa prevede un percorso semi-professionale a partire dal IV corso accademico, con lezioni quotidiane pomeridiane. Il programma didattico è elaborato dai docenti sulla base della metodologia didattica A.I.D.A., che prevede esami di valutazione annuali alla presenza di una commissione di docenti A.I.D.A.


Incontri scuola / famiglia

La direzione e i docenti sono a disposizione delle famiglie e dei singoli allievi per qualsiasi necessità; una collaborazione costruttiva e un rapporto di fiducia reciproca tra scuola e famiglia sono alla base della realizzazione del percorso formativo di ogni allievo.

La segreteria provvede a recepire le necessità dei genitori e a fissare gli appuntamenti con direttrice e docenti.


Credito Formativo

Su richiesta dell’interessato, la Direzione rilascia una dichiarazione di frequenza valida per la determinazione del Credito Formativo riconosciuto nella valutazione finale
dell’Esame di Stato